Get Adobe Flash player

Contavisite

Oggi19
Ieri38
Settimana scorsa109
Mese scorso942
Totali117082

Al momento 66 visitatori e nessun utente in linea


Kubik-Rubik Joomla! Extensions

Unione Zoologica

Joomla support

Share

Di Gennaro Lettieri

http://www.biagiodaniello.com/components/com_foxcontact/uploads/53691f8bf1b05-222402106_d4565843_871e_4824_9128_f4e0bf35db89.jpg 

Una nuova specie di rana

Una recente ricerca effettuata da un gruppo di scienziati ha portato alla luce una nuova specie di rana: Gracixalus lumarius.

Questa nuova specie di rana vive sulle montagne del Vietnam a un’altitudine superiore ai 1800 metri in un habitat a cui tutto farebbe pensare tranne ad un ambiente adatto ad ospitare vita, un ambiente praticamente privo d’acqua. Il gruppo di ricercatori però, ha scoperto che le rane sono in grado di estrarre l’acqua immagazzinata nelle cavità degli alberi potendo così sopravvivere in questo tipo di ambiente. Le uova sono deposte in prossimità di queste cavità. Poi i girini cadono nell’acqua dopo la schiusa. Si tratta quindi di una specie fitotelma (dal grego phytos, "pianta", e telma, "stagno", un microecosistema acquatico formato dall'acqua ristagnante nelle cavita delle piante (base delle foglie o buchi nel tronco).

La principale caratteristica di questa specie è data dalla presenza di numerose spine di cheratina sul dorso e sulla testa degli esemplari maschi, «Al tatto sembrano fatti di carta vetrata» dice Rowley, una delle ricercatrici.

Secondo Rowley, queste spine hanno un ruolo importante nel processo di accoppiamento delle rane, ingrossandosi nella stagione degli amori e permettendo alle femmine di individuare gli esemplari maschi.

Nonostante questa sia una specie appena scoperta, è già in pericolo di estinzione. La deforestazione avanza lasciando sempre meno habitat a disposizione della Gracixalus lumarius,habitat esposto anche ai cambiamenti climatici.

Fonti: http://novataxa.blogspot.it/2014/04/gracixalus-lumarius.html

 

Share
banner home

--------------------

Projected and Designed by Biagio D'Aniello