Get Adobe Flash player

Contavisite

Oggi19
Ieri38
Settimana scorsa109
Mese scorso942
Totali117082

Al momento 64 visitatori e nessun utente in linea


Kubik-Rubik Joomla! Extensions

Unione Zoologica

Joomla support

Share

Falso Veronica

 

 

Farfalla naturalmente transgenica

La farfalla monarca (Danaus plexippus) è una farfalla della famiglia Nymphalidae, nativa dell'America, è famosa per la straordinaria migrazione di massa che ogni inverno porta milioni di questi lepidotteri in California e in Messico affrontando  un viaggio di quasi 5 mila chilometri.
La farfalla monarca comincia la sua vita come uovo, per poi schiudersi in una larva che mangia il proprio guscio e, in seguito, le Asclepiadacee su cui era stata deposta.

Essa  è stata recentemente oggetto di studio di ricercatori delle Università di Valencia e di Tours, che firmano un articolo pubblicato su “PLoS Genetics” che riguarda insetti naturalmente transgenici, che hanno cioè mutato alcuni geni da altri organismi anche filogeneticamente assai distanti. L. Gasmi e colleghi hanno scoperto che nel genoma di varie specie di lepidotteri sono presenti diversi geni caratteristici di un virus gigante, il bracovirus, e di alcune vespe, insetti che appartengono a tutt'altro ordine, quello degli imenotteri. Il bracovirus in genere arriva nei lepidotteri attraverso l'aggressione delle vespe della famiglia dei braconidi, che per riprodursi depongono non solo le uova nel corpo dell'ospite, ma inoculano contemporaneamente il bracovirus, che nella strategia riproduttiva del parassita ha una funzione specifica: deviare la risposta immunitaria dell'ospite verso il virus in modo da rendere più facile alle uova sopravvivere e svilupparsi.
Però in alcuni esemplari di lepidotteri la strategia usata dalle vespe non deve aver funzionato, consentendo loro addirittura di sfruttare la capacità del bracovirus di integrare alcuni suoi geni nel genoma dell'ospite, i quali hanno la particolarità di difendere le cellule dell'ospite dall'invasione di altri virus: la loro acquisizione rappresenta quindi un vantaggio. Dato che in natura evi sono migliaia di specie di vespe parassite che usano questo metodo di riproduzione, secondo gli studiosi è molto probabile che gran parte delle specie di lepidotteri abbiano subito numerosi trasferimenti genici differenti.

Bibliografia:

Gasmi L, Boulain H, Gauthier J, Hua_Van A, Musset K, Jakubowska AK, et al 2015, Recurrent Domestication by Lepidoptera of Genes from Their Parasites Mediated by Bracoviruses, in PLos Genetics 11 (9): e1005470

 

Share
banner home

--------------------

Projected and Designed by Biagio D'Aniello